Operas
Arias

Gioachino Rossini

Opera vocal scores:

Armida

Aureliano in Palmira

Arsace. Perche mai le luci a primmo... Non lasciarmi in tal momentoAureliano. Eccomi ingiusti Numi... Chi sa dirmi, o mia speranzaAureliano. Piu non vedrai quel perfidoAureliano. Romani a voi sol tantoIl Gran Sacerdote. Stava dirà la terraPublia. Non mi lagno che il mio beneZenobia. La pugnai la sor te arrise

Bianca e Falliero

Demetrio e Polibio

Eumene. All'alta impresaEumene. Lungi dal figlio amatoEumene. Presento in questi doniLisinga. Alla pompa m'appressoLisinga. Mi scende sull'alma un dolce soporeLisinga. Sempre teco ognor contentaLisinga. Superbo, ah! tu vedraiPolibio. Come sperar riposoSiveno. Perdon ti chiedo o PadreSiveno. Pien di contento in seno

Eduardo e Cristina

Carlo. D'esempio all' alme infideCristina. Lieta voceEduardo. La pietà che in sen serbateEduardo. Si possente è nel mio pettoGiacomo. Questa man

Elisabetta, regina d'Inghilterra

Elisabetta. Quant'è grato all' alma miaMatilde. Sento un'interna voce

Ermione

Il signor Bruschino

Bruschino. Ho la testa, o è andata via?Gaudenzio. Nel teatro del gran mondoSofia. Ah donate il caro sposo

Il turco in Italia

Fiorilla. Non si da follia maggioreFiorilla. Qual colpo, ohime... Squallida veste e brunaGeronio. Vado in traccia d'una Zingara... Ah! mia moglie!Narciso. Tu seconda il mio disengoNarciso. Un vago sembianteSelim. Bella Italia!

La cambiale di matrimonio

Clarina. Anch'io son giovaneFanny. Vorrei spiegarvi il giubiloSlook. Grazie... grazieTobias Mill. Chi mai trova il dritto, il fondo Mill

La Cenerentola

Alidoro. Vasto teatro è il mondoAngelina (Cenerentola). Nacqui all'affanno, al piantoAngelina (Cenerentola). Non più mestaAngelina (Cenerentola). Una volta c'era un reClorinda. Sventurata! mi credeaDandini. Come un'ape ne'giorni d'aprileDon Magnifico. Intendente..reggitor?Don Magnifico. Miei rampolli femmininiDon Magnifico. Sia qualunque delle figlieDon Ramiro. Si, ritrovarla io giuro

La donna del lago

Douglas. Taci lo voglioElena. Oh mattutini alboriElena. Tanti affetti in tal momentoGiacomo (Uberto). O fiamma soaveGiacomo. Aurora! Ah sorgeraiMalcom. Ah si peraMalcom. La mia spadaMalcom. Mura felici

La gazza ladra

Fernando. Accusata di furto... oh rossore!Giannetto. Vieni fra queste bracciaIsacco. Stringhe e ferri da calzetteLucia. A questo senoNinetta. Deh tu reggi in tal momentoNinetta. Di piacer mi balza il corPippo. Tocchiamo, beviamoPodesta. Il mio piano è preparato

La pietra del paragone

Clarice. Dolce speme in questo istanteClarice. Quel dirmi o dio!Clarice. Se per voi le care io tornaConte Asdrubale. Quando avessi a prender moglieGiocondo. Quell'alme pupilleMacrobio. Chi è colei che savvicina

La scala di seta

Dorvill. Vedro qual sommo incantoLucilla. Sento talor nell'anima

Le comte Ory

Il Conte Ory. Astro sereno brilliLa Comtesse. En proie à la tristesseLa Contessa Adele di Formoutiers. In seno alla tristezzaL'Ajo del Conte Ory. Quest'e un affareL'Ajo del Conte Ory. Vegliar mai sempreLe Comte. Que les destins prospèresLe gouverneur. Veiller sans cesseRaimbaud. Dans ce lieu solitaireRoberto. In questo solitario asilo

L'equivoco stravagante

Buralicchio. Occhietti miei vezzosiErmanno. D'un tenero ardoreErmanno. Sento da mille furieErnestina. Nel core un vuoto io provoErnestina. Se per te lieta ritornoFrontino. Vedrai fra poco nascereGamberotto. Il mio germe, che di PalladeGamberotto. Mentre stava a testa rittaGamberotto. Parla, favella, e poiRosalia. Quel furbarel d'amore

L'inganno felice

Batone. Taci la notte amicaBatone. Una voce m'ha colpitoBertrando. Quel tenero dilettoIsabella. Se pietade inseno aveteOrmondo. Tu mi conosci

L'italiana in Algeri

Isabella. Amici, in ogni evento…Pensa alla patriaIsabella. Cruda sorteIsabella. Fra questi luoghi barbariLindoro. Ah come il cor di giubiloLindoro. Languir per una bellaLindoro. Sofframor per qualche istanteMustafa. Già d'insolito ardoreTaddeo. Ho un gran peso

L'occasione fa il ladro

Alberto. D'ogni piu sacro impegnoBerenice. Vicino e il momento che sposa saroMartino. Il mio padrone e un uomo

Maometto II

Anna. Ah che invan su questoAnna. Guisto Ciel, in tal periglioCalbo. Non temer d'un basso affettoMaometto. All'invitto generosoMaometto. Sorgete sorgete

Matilde di Shabran

Edoardo. Piange il mio ciglio è veroMatilde. Ami alfin? E chi non ama?Raimondo. Ah! perche perche la morte

Mosè in Egitto

Anaide. Qual orribile sciagura!Siniade. Ah! d'un' afflitta il duolo

Otello

Desdemona. Assisa a piè d'un saliceOtello. Ah come mai non sentiOtello. Ah! si per voi gia sento

Ricciardo e Zoraide

Semiramide

Arsace. Eccomi alfine in Babilonia…Ah, quel giorno ognor rammentoArsace. In sì barbara sciaguraAssur. Deh! ti ferma ti placaIdreno. Ah, dov'è?Idreno. La speranza più soaveSemiramide. Al mio pregarSemiramide. Bel raggio lusinghier

Sigismondo

Tancredi

Amenaide. Come dolce all'alma miaAmenaide. Gran Dio!…Giusto Dio che umile adoroAmenaide. No, che il morir non éArgirio. Oh Dio!…Ah! segnar invano io tentoArgirio. Pensa che sei mia figliaIsaura. Tu che I miseri confortiRoggiero. Torni alfin ridente, e bellaTancredi. Di tanti palpitiTancredi. Dove son io…Ah! che scordar non soTancredi. Perche turbar la calma

The Barber of Seville

Berta. Il vecchiotto cerca moglieCount Almaviva. E tu, infelice ... Ah, il più lietoCount Almaviva. Ecco ridente in cieloCount Almaviva. Se il mio nome saper voi bramateDoctor Bartolo. A un dottor dell mia sorteDoctor Bartolo. Manca un foglioDon Basilio. La CalunniaFigaro. Largo al factotumRosina. Contro un cor che accende amoreRosina. Una voce poco fa

William Tell

Arnold. Ne m'abandonne point... Asile héreditaireGuillaume Tell. Sois immobileMathilde. Pour notre amour…Sur la rive étrangèreMathilde. Sombre foret

Zelmira