Operas
Arias

Berenice

George Frideric Handel

Arias (sheet music for voice and piano):

Alessandro (Soprano)

Che sarà quando amante accarezzaIn quella, sola in quella candida mano e bellaLa bella mano, che mi piagòMio bel sol, dove t'aggiri?Quell' oggetto, ch'è caro a chi adoro

Aristobaldo (Baritone/Bass)

Con gli strali d'amor cangia morte talorSenza te sarebbe il mondo meno scaltro

Arsace (Mezzo/Tenor)

Amore contro amor combatte nel mio corSenza nudrice alcuna, qual pargoletto in cuna

Berenice (Soprano)

Avvertite mie pupille, non tradite l'onor mioChi t'intende? o cieca instabile!Dice amor, quel bel vermiglioNò, che servire altrui, nò, quest'anima non sàSempre dolci, ed amorosenon vi voglioTraditore, traditore! così vago di sembiante

Demetrio (Mezzo/Tenor)

Le vincende della sorte hanno sempre un novo aspettoNò, soffrir non può il mio amorePer si bella cagion m'è dolce la prigionSe non ho l'idol mio, scettroSì, tra i ceppi, e le ritorteSù, Megera, Tisifone, Aletto!

Fabio (Tenor)

Guerra e pace, Egizia terra, a te portoVedi l'ape ch'ingegnosa

Selene (Mezzo/Contralto)

Gelo, avvampo, considero, e sento con doppio tormentoQuesta qual sia beltà della sua libertàSi poco è forte dunque tua fedeTortorella, che rimira presa al laccio la compagna

Aria: Sì, tra i ceppi.