Operas
Arias

Deidamia

George Frideric Handel

Arias (sheet music for voice and piano):

Achille (Mezzo/Soprano)

Ai Greci questa spada sovra i nemici estintiLasciami. Tu sei fedele? VatteneSe pensi amor tu solo per vezzo e per beltàSeguir di selva in selva la fuggitiva belvaSì, m'appaga, sì, m'alletta quella vaga collinetta

Deidamia (Soprano)

Consolami se brami, ch'io viva in te, mio benDue bell' alme inamorate, care, fideM'ai resa infelice, che vanto n'avrai?Ma chi sà, se mi riama il mio beneNasconde l'usignol' in alti rami il nidoQuando accenderan quel pettoSe il timore il ver mi dice infeliceVà, perfido! quel cor mi tradirà

Fenice (Baritone/Bass)

Al tardar della vendetta o la scordaDegno più di tua beltà, questo cor ritorneràPresso ad occhi esperti già nei ministri

Lycomede (Baritone/Bass)

Nel riposo e nel contento godo e sentoNelle nubi intorno al Fato a' mortali

Nerea (Soprano)

D'amor nei primi istanti facili son gli amantiDi lusinghe, di dolcezza non fatica non asprezzaNon ti credo, non mi fido, maggior prova al verNon vuò perdere l'istante, senza creder all' amanteQuanto ingannata è quella, mal consigliata bellaSì, che desio quel che tu brami maggior legami

Ulisse (Mezzo/Tenor)

Come all' urto aggressor d'un torrenteGrecia tu offendi, Troja difendiNò, quella beltà non amo, che l'amor mio sprezzòOr pensate, amanti cori, che le gioje più soaviPerdere il bene amato che il fato e amor ti dièUn guardo solo, pupille amate, conforto al duolo

Vocal score

"Deidamia" PDF 16Mb

Aria: Nel riposo e nel contento.