Operas
Arias

Radamisto

George Frideric Handel

Arias (sheet music for voice and piano):

Farasmane (Baritone/Bass)

Son lievi le catene a un petto forte

Fraarte (Mezzo/Soprano)

Lascia pur amica spene le tue peneMirerò quel vago voltoS'adopri il braccio armatoSpero placare quel caro voltoVaga e bella ogn' or vedrai

Polissena (Soprano)

Barbaro, partiròDopo l'orride procelleFatemi, oh cieli, almen (Polissena)Non sarà quest'alma miaSommi Dei! che scorgete i mali mieiSposo ingrato, parto siTroppo sofferse già questo mio petto (Polissena)Tu vuoi ch'io parta, io parto

Radamisto (Mezzo/Soprano)

Cara sposa, amato bene, prendi speneDolce bene di quest'almaFerite, uccidete, oh numi del ciel!Ombra cara di mia sposaPerfido, di a quell' empio tirannoQual nave smarrita trà sirtiVanne, sorella ingrataVile! se mi dai vita

Tigrane (Mezzo/Soprano)

Con vana speranza pur trovo dilettoDeh! fuggi un traditoreL'ingrato non amar, mà rendi a un fido corLa sorte, il ciel, amor promettonoSegni di crudeltà dal fiero sposo avraiSò ch'è vana la speranzaVuol ch'io serva amor la bella

Tiridate (Tenor)

Alzo al volo di mia famaCon la strage de' nemici sono avvezzo a trionfarSi che ti renderai, quando il mio corStragi, morti, sangue ed armi

Zenobia (Mezzo/Contralto)

Deggio dunque, oh Dio, lasciartiEmpio, perverso cor!Già che morir non possoO scemami il dilettoQuando mai spietata sorte finiràSon contenta di morire, crude stelleTroppo sofferse già questo mio petto (Zenobia)

Aria: Qual nave smarritaAria: Ombra cara