Operas
Arias

Rinaldo

George Frideric Handel

Arias (sheet music for voice and piano):

Almirena (Soprano)

Augelletti, che cantate, zefirettiBel piacere e godereCombatti da forteLascia ch'io pianga mia cruda sorte

Argante (Baritone/Bass)

Basta che sol tu chiedaSibillar gli angui d'AlettoVieni, oh cara, a consolarmi

Armida (Soprano)

Ah! crudel! il pianto mioFurie terribili! CircondatemiVo' far guerra, e vincer voglio

Eustazio (Mezzo/Tenor)

Col valor, colla virtù or si vadaDi Sion nell' alta sedeScorta rea di cieco AmoreSiam prossimi al portoSulla ruota di fortuna và girando

Goffredo (Mezzo/Tenor)

Mio cor, che mi sai dir?Nò, che quest'alma scontenti non dàSolo dal brandoSorge nel petto certo dilettoSovra balze scoscesi e pungenti

Mago (Mezzo/Tenor)

Andate, oh forti frà straggi

Rinaldo (Mezzo/Tenor)

Abbruggio, avampo e fremoCara sposa, amante cara, dove sei?Cor ingrato ti remembriIl Tricerbero humiliatòOgni indugio d'un amanteOr la tromba in suon festanteVenti, turbini, prestate le vostre aliÈ un incendio frà due venti

Sirene (Soprano)

Il vostro maggio de' bei verdi anni

Cara sposa, amante cara (Act I).
Sibillar gli angui d'Aletto
Venti turbini prestate
Cara sposa
Augelletti che cantate
Ouverture
Delle nostre fatiche
Sovra balze scoscesi
Signor, già dal tuo senno
Combatti da forte
Questi saggi consigli
Ogni indugio d'un amante
Cor ingrato
Signor, che delle stelle
Sulla ruota di fortuna
Nò, nò, che quest' alma scontenti
Goffredo, se t'arrise
Infra dubbi dì Marte
Vieni, oh cara
Furie terribbili!
Come a tempo giungesti
Molto voglio, molto spero
Adorato mio sposo
Scherzano sul tuo volto
Al valor del mio brando
Sinfonia
Ch'insolito stupore
Io all' ora impugno il brando
Col valor, colla virtù
Di speranza un bel raggio
Vo' far guerra
Lascia ch'io pianga
Abbruggio avampo e fremo
Siam prossimi al porto
A quel sasso bramato
Per raccor d'Almirena
Il vostro maggio
Qual incognita forza
Il Tricerbero humiliato
Signor, strano ardimento
Scorta rea di cieco
Ciò fù indegna vittoria
Mio cor, che mi sai dir?
Armida dispietata!
Ah! sul bel labro
Basta che sol tu chieda
Cingetemi d'alloro
Fermati! - Nò crudel!
Crudel, tù ch'involasti
Dunque i lacci d'un volto
Ah crudel il pianto mio
Riprendiam d'Almirena
Adorata Almirena
Bel piacere
Quivi par che rubelle
Or la tromba
La cause che vi spinge
Quì vomita Cocito
Andate, oh forti
Oh di bella virtù
Mori svenata
Nella guardata soglia
Sorge nel petto
Al trionfo s'affretti
È un incendio
Chiuso frà quelle mura
Per fomentar lo sdegno
Marcia
In quel bosco di strali
Al trionfo del nostro furore
Di quei strani accidenti
Signor, l'hoste nemica
Di Sion nell' alta sede
Se ciò t'è in grado
Miei fidi, eccolà un campo
Magnanimi campioni
Battaglia
Solo dal brando
Goffredo, ecco il superbo
Ecco, German, la cruda
Vinto è sol della virtù