Operas
Arias

Tancredi

Gioachino Rossini

Arias (sheet music for voice and piano):

Amenaide (Soprano)

Come dolce all'alma miaGran Dio!…Giusto Dio che umile adoroNo, che il morir non é

Argirio (Tenor)

Oh Dio!…Ah! segnar invano io tentoPensa che sei mia figlia

Isaura (Mezzo)

Tu che I miseri conforti

Roggiero (Mezzo)

Torni alfin ridente, e bella

Tancredi (Mezzo)

Di tanti palpitiDove son io…Ah! che scordar non soPerche turbar la calma

OvertureAria: Oh patria! dolce, e ingrate patria (Act I Scene 2)
Oh! patria dolce e ingrata
Pace, onore, fede, amore
Come dolce all alma mia
Overture
Se amistà verace e pura
Tu che accendi questo core
Pensa che sei mia figlia
Ed ecco, o prodi Cavalier
Più dolci e placide
E già deciso
Amenaide sventurata
D'Amenaide ecco il soggiorno
E voi nella gran piazza
Andate: al gran tempio invitate
La morte! Della patria ogni nemico
Che feci! Incauta!
L'aura che in torno
Che intesi! oh tradimento!
Amori scendete
Oh canti! oh voti!
Alla gloria al trionfo
Amici, cavalieri, al tempio
E morte infame
Ciel! che intesi
Padre amato
Ah se giusto, o ciel, tu sei
Vendetta, rigore
Quale infausto orrendo
Tu che i miseri conforti
Oh! Dio!
Ah! segnar invano io tento
Vedesti? - Vidi.
Io padre più non sono
Giusto Dio che umile adoro
Gran Dio!
No che il morir non e
Di mia vita in felice
Trionfa, esulta, barbaro!
Torni alfin ridente e bella
Or che dici or che rispondi
Dove son io
Ah! che scordar non so
Di già l'ora è trascorsa
Fermate! Io l'accusata donna
M'abbracia, Argirio
Ah! se de' mali miei
Ov'e? dov' e? Lasciatemi
Il tuo campione
Quante vicende omai
Plaudite, o popoli
Le insegne mie raccogli
Infelice Tancredi!
Regna il terror
Ecco, amici, Tancredi.
Perchè turbar la calma
Ah! ch'ei si perde!
Quanti tormenti
Figlia - Oh Padre!
Tra quai soavi palpiti
Se ostinata ancor non cedi
Torni d'amor la face
Fiero in contro!
Lasciami non t'ascolto
Di tanti palpiti