Operas
Arias

Un giorno di regno

Giuseppe Verdi

Arias (sheet music for voice and piano):

Cavaliere di Belfiore (Baritone)

Compagnoni di Parigi...Verrà purtroppo il giorno

Edoardo (Tenor)

Pietoso al lungo pianto… Deh lasciate a un alma amante

Giulietta di Kelbar (Mezzo)

Non san quant'io nel petto… Non vo' quel vecchio

Marchesa del Poggio (Soprano)

Grave a core innamorato...Se dee cader la vedovaSi mostri a chi l'adora...Si, scordar saprò l'infido

Vocal score

"Un giorno di regno" PDF 14Mb "Un giorno di regno" PDF 67Mb "Un giorno di regno" PDF 78Mb "Un giorno di regno" PDF 97Mb "Un giorno di regno" PDF 108Mb

Overture
Overture
Mai non rise un piu bel di
Tesoriere garbatissimo
Sua Maesta signori
Compagnoni di Parigi
Verra pur troppo il giorno
Al doppio matrimonio
Sire tremante io vengo
Provero che degno io sono
Infiammato da spirto guerriero
Ah! non m'hanno ingannata
Grave a core innamore
Se dee cader la vedova
Si festevola mattina
Non san quantio nel petto
Non vo quel vecchipo
Ebben Giulietta mia
Cara Giulia alfin ti vedo
Madamine il mio scudiere
In te cugina io spero
Bella speranza invero
Perdono se abusai
Diletto genero a voi ne vengo
Tesorier io creder voglio
In qual punto il Re
Ola spiegatemi tosto
Affidate alla mente reale
Ma le nozze non si fanno
Pietoso al lungo pianto
Deh! lasciate a un alma amante
Bene scudiero vi ritrovo in tempo
Un mio castello cinque mila scudi
Tutte l'armi si puo prendere
Chio non posso il ver comprendere
Nipote in quest istante
Perché dunque non vien
Si nostri a chi l'adora
Si scordar sapro l'infido
Oh! me felice appieno
Ah! non sia mio ben fallace
Si caro Conte la Marchese istessa
A tal colpo preparata
Sire venne in quest istante
Eh! facciamo da buoni amici