Arias
Duos...
Operas
Cantatas
Composers

Duet: Ad altri tocca in sorte

Composer: Monteverdi Claudio

Opera: L'incoronazione di Poppea

Role: Ottone (Mezzo)

Role: Poppea (Soprano)

Sorry, but we don't have yet separate score for this part, but you can download complete score of this opera and manually find what you are looking for.

Vocal score

"L'incoronazione di Poppea" PDF 4Mb "L'incoronazione di Poppea" PDF 5Mb "L'incoronazione di Poppea" PDF 5Mb "L'incoronazione di Poppea" PDF 7Mb "L'incoronazione di Poppea" PDF 7Mb "L'incoronazione di Poppea" PDF 8Mb "L'incoronazione di Poppea" PDF 12Mb

SCENA XI
Ottone, Poppea, Arnalta in disparte.
Ottone con Poppea palesa
le sue morte speranze con lei,
e da passione amorosa la rinfaccia,
Poppea si sdegna, e sprezzandolo
parte dicendo esser soggetta a Nerone.

RITORNELLO

OTTONE
Ad altri tocca in sorte
Bere il licor, a me guardar il vaso,
Aperte stan le porte
A Neron, ed Otton fuori è rimaso;
Siede egli a mensa a satollar sue brame,
In amaro digiun mor'io di fame.

RITORNELLO

POPPEA
Chi nasce sfortunato
Di se stesso si dolga, e non d'altrui;
Del tuo penoso stato
Aspra cagion,
Otton, non son, nè fui; il destin getta i dadi e i punti attende:
L'evento, o buono o reo, da lui dipende.

RITORNELLO

OTTONE
La messe sospirata
Dalle speranze mie, da' miei desiri,
In altra mano è andata,
E non consente Amor che più v'aspiri;
Neron felice i dolci pomi tocca,
E solo il pianto a me bagna la bocca.

RITORNELLO

POPPEA
A te le calve tempie,
Ad altri il crine la fortuna diede;
S'altri i desiri adempie
Ebbe di te più fortunato piede.
La disventura tua non è mia colpa,
Te solo dunque e'l tuo destino incolpa.

RITORNELLO

OTTONE
Sperai che quel macigno,
Bella Poppea, che ti circonda il core,
Fosse d'amor benigno
Intenerito a pro del mio dolore,
Or del tuo bianco sen la selce dura
Di mie morte speranze è sepoltura.

RITORNELLO

POPPEA
Deh, non più rinfacciarmi,
Porta, deh porta il martellino in pace,
Cessa di più tentarmi,
Al cenno imperial Poppea soggiace;
Ammorza il foco omai, tempra li sdegni;
Io lascio te per arrivar ai regni.

OTTONE
E così l'ambizione
Sovra ogni vizio tien la monarchia.

POPPEA
Così, così la mia ragione
Incolpa i tuoi capprici di pazzia.

OTTONE
È questo del mio amor il guiderdone ?

POPPEA
Modestia, olà...

OTTONE
È questo del mio amor il guiderdone ?

POPPEA
...olà, non più,...

OTTONE
È questo del mio amor il guiderdone ?

POPPEA
...non più, son di Nerone.

OTTONE
Ahi, ahi, chi si fida
In un bel volto,
Fabbrica in aria, e sopra il vacuo fonda,
Tenta palpare il vento,
Ed immobili afferma il fumo, e l' onda.

ARNALTA
Infelice ragazzo
Mi move a compassion il miserello;
Poppea non ha cervello
A non gl'aver pietà,
Quand' ero in altra età
Non volevo gl'amanti
In lacrime distrutti,
Per compassion gli contentavo tutti.