Arias
Duos...
Operas
Cantatas
Composers

Duet: E izaghi ed izanami sarundascio

Composer: Puccini Giacomo

Opera: Madama Butterfly

Role: Suzuki (Mezzo)

Sorry, but we don't have yet separate score for this part, but you can download complete score of this opera and manually find what you are looking for.

Vocal score

"Madama Butterfly" PDF 9Mb "Madama Butterfly" PDF 14Mb "Madama Butterfly" PDF 14Mb "Madama Butterfly" PDF 21Mb "Madama Butterfly" PDF 24Mb "Madama Butterfly" PDF 26Mb "Madama Butterfly" PDF 28Mb "Madama Butterfly" PDF 30Mb "Madama Butterfly" PDF 64Mb

Full scores

"Madama Butterfly" PDF 24Mb "Madama Butterfly" PDF 33Mb "Madama Butterfly" PDF 57Mb

SUZUKI
pregando
E Izagi ed Izanami, Sarundasico e Kami...
interrompendosi
Oh! la mia testa!
suona la campanella per richiamare l'attenzione degli Dei
E tu Ten-Sjoodaj!
con voce di pianto, guardando Butterfly
fate che Butterfly non pianga più,
mai più, mai più!

BUTTERFLY
senza muoversi
Pigri ed obesi son gli Dei giapponesi.
L'americano Iddio son persuasa
ben più presto risponde a chi l'imlori.
Ma temo ch'egli ignori
che noi stiam qui di casa.
rimane pensierosa

Suzuki si alza, apre la parete del fondo verso il giardino.

BUTTERFLY
Suzuki, è lungi la miseria?
Suzuki va ad un piccolo mobile ed apre un cassetto cercando delle monete.

SUZUKI
va presso Butterfly mostrandole poche monete
Questo è l'ultimo fondo.

BUTTERFLY
Questo? Oh! troppe spese!
ripone il danaro nel piccolo mobile e lo chiude

SUZUKI
sospirando
S'egli non torna e presto,
siamo male in arnese.

BUTTERFLY
decisa, alzandosi
Ma torna.

SUZUKI
crollando la testa
Tornerà!

BUTTERFLY
indispettita, avvicinandosi a Suzuki
Perché dispone
che il Console provveda alla pigione,
rispondi su!

Suzuki tace

BUTTERFLY
sempre insistendo
Perché con tante cure
la casa rifornì di serrature,
s'ei non volessi ritornar mai più?

SUZUKI
Non lo so.

BUTTERFLY
un poco irritata e meravigliata di tanta ignoranza
Non lo sai?
ritornando calma e con fiducioso orgoglio
Io te lo dico.
Per tener ben fuori le zanzare, i parenti
ed i dolori, e dentro,
con gelosa custodia, la sua sposa,
la sua sposa che son io: Butterfly.

SUZUKI
poco convinta
Mai non s'è udito
di straniero marito
che sia tornato al suo nido.

BUTTERFLY
furibonda afferra Suzuki
Ah! Taci! o t'uccido.
insistendo nel persuadere Suzuki
Quell'ultima mattina:
tornerete, signor? gli domandai.
Egli, col cuore grosso,
per celarmi la pena...
sorridendo rispose:
O Butterfly, piccina mogliettina,
tornerò colle rose alla stagion serena
quando fa la nidiata il petti rosso.
calma e convinta si sdraia per terra
Tornerà.

SUZUKI
con incredulità
Speriam.

BUTTERFLY
insistendo
Dillo con me: Tornerà.

SUZUKI
per compiacerla ripete, ma con dolore
Tornerà...
scoppia in pianto